Google+
La tua pubblicità in questo spazio.
News Update : Spell Of Dark!


Prova A Ridere il nuovo singolo di Manuela Arrighi

Penulis : Vincenzo Cannone on sabato 30 gennaio 2016 | 09:12

sabato 30 gennaio 2016


Nuovo singolo per Manuela Arrighi in arte Manuela, una promessa consolidata nel panorama musicale italiano.

Viareggina di origine, Manuela si riconosce subito, con i suoi lineamenti delicati che nascondono una voce potente, dinamica, emozionante, che emette passione per la musica e gioia di vivere.

Cantautrice e presentatrice, dopo ‘Magico Amore’ da lei scritto e composto, esce con il suo secondo singolo ‘Prova a ridere’, di Ivo Collepiccolo e Manolo Cutarelli, arrangiato da Gianluigi Farina e prodotto da Hammer Music Italia, in distribuzione in tutti i Digital store. ‘Prova a Ridere’ è una canzone intimistica, fresca e positiva. La Vita è spesso piena di difficoltà, ma nonostante questo, nonostante la rabbia che ognuno di noi può provare nelle avversità, si deve sempre sorridere. Questa canzone vuol essere un incitamento a guardare la vita con occhi positivi, perché dopo la tempesta torna sempre il sereno, come sosteneva il grande Leopardi.

E possibile ascoltare il nuovo singolo sul sito di iTunes
commenti | | Read More...

VincEnzo, il nuovo singolo di Roberto Salis

Penulis : Onmagpromotion OnMag on venerdì 29 gennaio 2016 | 02:26

venerdì 29 gennaio 2016

VincEnzo 
Il nuovo singolo di Roberto Salis 
Dal 29 Ottobre in tutti i Digital Stores

 VincEnzo è il nuovo singolo del chitarrista-cantautore e compositore sardo Roberto Salis; un originale omaggio all'estro e all'arte di Enzo Jannacci. 
Il singolo anticipa l'uscita del nuovo disco: "Il sogno di un orso è una cascata di salmoni".
Un brano dai forti richiami country, come nell'inimitabile stile del cantautore, e dalla spiccata cadenza Rock-Blues
Arrangiamenti “ruvidi” dal sapore vintage  danno origine a un sound passionale e intrigante dal mood spiccatamente seventies
L'intro e il finale del brano sono arricchiti da una registrazione d'epoca, riscoperta per caso da Salis, nella quale "Nonno Anselmo"musicista di tradizione sarda, dà il "la" con un riff di chitarra ad un brano che non avrebbe mai immaginato ma che sarebbe stato, di certo, felice di suonare con il nipote Roberto. 
  VincEnzo  guardami alle spalle - Non far finta di non sentire - intenzione e azione come sax e contrabasso - VincEnzo  guardami alle spalle "
Distribuito da Zimbalam 


MINI BIO 

Roberto Salis 
Nasce nel '76 ad Iglesias, dopo aver terminato gli studi in chimica inizia la sua carriera di musicista suonando in lungo e in largo per tutta la Sardegna con il suo primo gruppo blues/country/rock; 
Il suo viaggio prosegue e si trasferisce prima a Roma e infine a Milano.
Nel corso degli anni si esibisce in tutt' Italia sfruttando le sue spiccate capacità di chitarrista, sia come solista che con diverse band. 
Roberto Salis è un virtuoso dello strumento e la sua musica spazia dal cantautorato country/blues al rock.
Dal Settembre 2010 è chitarrista di Irene Fargo e nello stesso mese partecipa al Festival Internazionale della Musica MITO con la Roberto Salis Blues Band. 
Sempre nel 2010 pubblica Amore Acustico, progetto di sola chitarra che rilegge brani d’amore in chiave strumentale e ne interpreta alcuni alla Rotonda della Besana in occasione del tour italiano di Fabrizio De Andrè La Mostra. Dal 30 agosto 2011 è nei digital store l’album "D’Azzardo".
A Dicembre 2012 il singolo "Uauaeo", anticipa l’uscita dell’album "Il Cavallo di Troia" pubblicato a Gennaio 2103; lavoro “sperimentale”, composto da sette brani inediti di matrice blues e country, “vestiti” con suoni house, deep house, dub house e lounge e miscelati con i suoni classici delle chitarre dobro, banjo, slide ed elettriche.
Tra il 2012 e il 2013 ha aperto i concerti di: Bandabardò, Stephen Marley (figlio del grande Bob e vincitore di due Grammy), Negrita, Nomadi e Alex Britti. 
Nell'Ottobre del 2015 pubblica il suo nuovo singolo "VincEnzo" che anticipa l'uscita del suo nuovo album dal titolo "Il Sogno di un orso è una cascata di salmoni". 


commenti | | Read More...

ITALIAN LIFE IN CONTEMPORARY TIME

Penulis : BlueArt Management on giovedì 28 gennaio 2016 | 13:57

giovedì 28 gennaio 2016


TEATRO DELLA TOSSE e BLUEART MANAGEMENT

presentano

VENERDI' 19 e SABATO 20 FEBBRAIO 2016 ore 20.30


- alla ricerca dell'Italia dalla terra al cielo -
di Massimiliano Rolff

Uno spettacolo per musica, immagini e danza
regia di Fabio Niccolini

Uno spettacolo multimediale e iper-realista scritto, composto e diretto dal musicista genovese Massimiliano Rolff, che attraverso immagini, musica e danza descrive l'affresco multi-culturale della società italiana. Un viaggio attraverso sette quadri ideali, che conduce lo spettatore a destarsi e ad aprire gli occhi verso il mondo che lo circonda. "Un occhio sulla società italiana", come a voler per un attimo fermare il tempo e fare il "punto" su dove siamo, chi siamo e dove stiamo andando. Tragicità, Ironia, Sarcasmo, Sentimentalismo, Comicità, Positività e Riflessione, sono i veicoli emozionali che condurranno lo spettatore attraverso il viaggio proposto.

Cuore dello spettacolo è la musica di Massimiliano Rolff, in un mix di contemporanea, etnica e jazz che sarà eseguita dal vivo da 8 musicisti (quartetto d'archi, contrabbasso, clarinetto e percussioni), mentre migliaia di immagini e fotografie, raccolte appositamente da decine di fotografi sul territorio nazionale, saranno proiettate su un grande schermo per la regia multimediale di Fabio Niccolini, che coadiuvata dalla presenza della danzatrice/performer Olivia Giovannini creerà un percorso emozionale suddiviso in 7 quadri, rappresentando con ritmo, freschezza e modernità l'Italia contemporanea.

Italian Life in Contemporary Time vuole restituire al suo pubblico una visione libera ed oggettiva della realtà italiana, nel bene e nel male, nella luce e nel buio, tentando di riformulare in maniera neutrale lo stesso concetto di essere italiani. Attraverso veicoli mediatici immediati come la musica, le immagini e la danza, il viaggio musicale concepito dal compositore genovese, ci conferma che la via della felicità, anche in un'Italia così piena di incognite, è pronta a sbocciare, dentro di noi, pronta ad essere raccolta quando avremo la forza e la consapevolezza di cercarla.

La prima nazionale di Italian Life in Contemporary Time è l'occasione per la presentazione dell'album CD omonimo di Massimiliano Rolff, pubblicato da BlueArt, alla cui registrazione hanno partecipato tra gli altri il clarinettista Gabriele Mirabassi ed il percussionista Marco Fadda.

Line-up e Credits
  • Stefano Guazzo - clarinetto
  • Roberto Piga - I violino
  • Daniele Guerci - II violino
  • Alessandro Sacco - viola
  • Jacopo Ristori - violoncello
  • Massimiliano Rolff - contrabbasso, direzione, composizione
  • Lorenzo Bergamino - percussioni
  • Matteo Rebora - percussioni
  • Olivia Giovannini - danza
Regia Multimediale e Visual: Fabio Niccolini
Visual: Roberto Merani
Contributi Verbali: Guido Caserza
Light Design: Aldo Mantovani
Sound Engeneer: Raffaele Abbate

Produzione Teatro della Tosse - (Genova) e BlueArt Management/Rosario Moreno - (Chiavari)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Biglietto Posto Unico € 14,00

Per informazioni e prenotazioni contattare:
BIGLIETTERIA TEATRO DELLA TOSSE: tel. 010 2470793 - info@teatrodellatosse.it
da martedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00
sabato dalle ore 15.00 alle ore 19.00
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Massimiliano Rolff (1973), si è diplomato presso il Jazz Conservatory della città di Groningen nei Paesi Bassi nel 1999 in basso elettrico e didattica musicale. Nel 1999 in seguito al conseguimento di una borsa di studio frequenta un master alla Bass Collective di John Pattitucci a New York. Nel 2010 consegue la laurea di secondo livello in Jazz presso il Conservatorio "N. Paganini". Attualmente vive a Genova, insegna musica presso diversi istituti scolastici e come freelance in vari Conservatori italiani, è coinvolto in numerosi progetti musicali, sia come leader che come sideman, che lo vedono
protagonista sui palcoscenici più importanti d'Europa.

Come bassista freelance negli ultimi anni ha suonato nei più prestigiosi clubs e festival di Italia, Olanda, Germania, Francia, Spagna, Austria, Svizzera, Bulgaria, Turchia, California, Arizona, Texas, Louisiana, Alabama, Missisipi, Georgia, North e South Carolina, con Steve Grossman, Scott Hamilton, Jesse Davis, Herb Geller, Peter King, Dave Schnitter, Phil Woods, Rachel Gould, Sangoma Everett, Andrea Dulbecco, Andy Gravish, Luca Begonia, Marco Tamburini, Gianpaolo Casati, Carlo Atti, Andrea Pozza, François Chassagnite, Claudio Chiara, Mattia Cigalini, Luca Santaniello, Karen Edwards, Johannes Faber, Emanuele Cisi, Enzo Zirilli, Jasper van't Hof, Danila Satragno, Alessio Menconi, Tom Kirkpatrick, e altri.

Nel 2003 ha pubblicato, come co-autore e bassista, con il progetto di electro-jazz il fortunato album "Next Beat" per l'etichetta Scenario Music, distribuito a livello mondiale, a cui hanno fatto seguito numerose apparizioni su altrettante compilation in diversi paesi. Nel 2006 ha pubblicato il suo primo album jazz come contrabbassista, leader e compositore "Unit Five" (Music Center - distr. IRD).
Nel 2009 ha pubblicato per l'etichetta Effemusic, l'album "Naked" di cui è autore di tutte le musiche.
Con entrambi gli album è stato premiato, rispettivamente nel 2006 e nel 2009, come migliore album jazz della Liguria con il premio "Jazz LightHouse".
Nel 2012 pubblica per la BlueArt Records il nuovo album con la formazione Unit Five dal titolo "More Music" e nel 2014 l'album "Scream!" Sempre per BlueArt Records con il quale sta raggiungendo un ampio ed unanime consenso di pubblico e critica. Dal 2008 è direttore artistico del Count Basie Jazz Club di Genova.

Rosario Moreno - Management
Phone: +39 0185 36 45 00
Mobile: +39 335 52 57 840
moreno@blueartmanagement.com
commenti | | Read More...

Fuximile in radio con il nuovo singolo “S.M.S.”


I Fuximile propongono un PowerPop dal gancio arguto e dalla scrittura fresca e mai banale , la band Modenese debutta alle prime edizioni dell’allora Sanremo Rock Festival raggiungendo alla prima partecipazione, la finale Regionale. Alla manifestazione segue la produzione del primo album “Homo Faber”, dal quale viene estratto il video “Empireo”.

Successivamente pubblicano i singoli “Cuore di legno” e “Paradiso” ed aprono i concerti di Omar Pedrini e Il Nucleo.  Nel 2010 pubblicano per Clip Recording il loro primo ep “MeglioNudi”.

Il disco viene presentato al MEI, seguono concerti, interviste, recensioni e passaggi radiofonici. Partecipano alla trasmissione “DEMO” su Radio Rai 1, e “Notte Rosa”.
Il loro ultimo singolo “Short Message Service”prodotto per Why Beat partecipa ad Area Sanremo e tra oltre 300 iscritti la band raggiunge la fase finale e le audizioni al Teatro del Casinò di Sanremo.


Il brano e il relativo video sono in pubblicazione per il 29 gennaio la band presenta un mash up tra sonorità elettriche e ritmiche electro, la miscela da vita ad una produzione molto curata nelle sonorità, fresca ed energica, con un testo estremamente ricercato e originale.
commenti | | Read More...

“Sono qui per te” dal 29 Gennaio nei principali stores il primo album di Giovanni Balduzzi in arte “Joba”


Sull' onda del singolo che è uscito nelle radio italiane e presente nelle principali classifiche indipendenti, "Sono qui per te" rappresenta il primo vero lavoro discografico di Giovanni Balduzzi in arte Joba, estratto dall’album d'esordio del cantautore Trentino con uscita il 29 Gennaio 2016 su etichetta Music Ahead. L’intero album è stato interamente scritto da Joba insieme al suo produttore e arrangiatore Giuliano Boursier.

L'album

 “Sono qui per te” è il singolo che da il titolo all'album d'esordio di Joba. Questo brano, dalle sfumature classiche ma di notevole modernità negli arrangiamenti è molto importante perché è dedicato alla musica, o meglio a chi fruisce della musica, il pubblico. Infatti è grazie a coloro che ascoltano le sue creazioni che l'artista può condividere le proprie emozioni e farle rivivere in ciascuna persona. Da qui la frase che chiude il brano e riassume in se tutto il significato del testo che la precede: “Sono qui per te, per suonare lo spartito del tuo cuore”.

“Dicono che”
Nonostante la gente, i mass media, i fatti che accadono quotidianamente affermino che il nostro mondo sia sempre più in crisi e sia sempre più difficile viverci, il ritornello di questo brano da un senso di speranza e di coraggio che va
oltre quel senso di pessimismo che aleggia nella nostra civiltà: “Una partita è già persa in partenza se non vuoi provare a giocare. Non c'è salita più impossibile di quella che non vuoi nemmeno affrontare”.

 “L'abitudine”

La sua particolarità sta nel cambio che si percepisce dalla strofa al ritornello. Cambio che si nota soprattutto nell'intenzione diversa nell'utilizzo della voce da parte di Joba: più soffiata e sofferta nelle strofe dove si evidenziano i caratteri di una coppia che ormai è arrivata al capolinea e sta insieme soltanto per abitudine; mentre è più energica nel ritornello, dove la frase “Lasciamoci andare” fa capire quanto possa essere sottile la linea di demarcazione
che separa l'amore dall'abitudine e qualora l'abitudine prenda posto, definitivamente, all'interno di una coppia sia meglio seguire strade diverse.

 “Oh Mayday!”

“Oh Mayday!” indica una precisa richiesta d'aiuto contro un mondo corrotto, inquinato, trasformato, più in negativo che in positivo, dalla mano dell'uomo. Però anche in questa canzone si accende una luce di speranza.
Speranza che ci è data dagli affetti personali e dalla volontà di quelle persone che si impegnano, anche nel loro piccolo, a rendere, ogni giorno, il nostro pianeta un posto migliore.

“Prendi la tua strada”

E’ un monito a stare in guardia da quelle persone che stringono amicizia per interesse, oppure da coloro che presentano evidenti propensioni all'invidia. Infatti questo tipo di amicizie non possono che far risaltare quel comportamento negativo, che sfocia in un vero e proprio vizio: l'ipocrisia. Ed è proprio il ritornello che si apre con la parola “ipocrisia”, per sottolineare, in maniera forte ed energica, la sua pericolosità, tanto da farne assumere i connotati di una vera e propria malattia per chi la pone in essere, ma anche per tutti coloro che ne sono vittime.

“Riparti da qui”

E’ un brano dove si mischiano suoni reali e suoni elettronici per dare forza al ritornello facendo passare un messaggio ben preciso: quello contro la depressione. Infatti la vita è fatta di salite e di discese, ma non per questo, quando le cose non vanno poi così bene, bisogna abbattersi. Anzi, è proprio nei frangenti più difficili che si devono raccogliere le proprie forze per ripartire da capo.

 “Sempre più speciale”

Il sound da un senso di pace e di serenità. Infatti è una canzone dedicata alla figura materna. Figura fondamentale nella crescita di ognuno di noi, ma non solo, anche in età adulta. Per questo, come si dice nel ritornello, anche se le strade della vita porteranno a separarsi fisicamente dagli affetti familiari, in fin dei conti, la pace e la serenità starà nel fatto che saranno quelli su cui si potrà sempre contare in qualsiasi tipo di circostanza.

 “Senza diversità”

La tematica è molto attuale. Infatti si parla di razzismo e dell'ignoranza della gente dettata da stupidi pregiudizi nei confronti del “diverso”. Come dice il ritornello “Il cielo all'orizzonte è unico, senza diversità”, perchè, effettivamente, siamo tutti uomini, siamo tutti uguali anche se ci differenziamo per il colore della pelle, o per cultura, o, ancora, per tradizioni. Se ci pensiamo bene e andassimo in un altro Continente o in un altro Stato potremmo essere visti come “diversi” e come ci sentiremmo se venissimo accolti come spesso accogliamo noi gli extracomunitari? Da qui, a rendere l'idea di questo concetto, ecco l'immagine presente nella seconda parte della strofa “Anche se italiano a Zurigo sono estraneo”.
 “Una sola bugia” è una delle due ballate presenti all'interno dell'album insieme a “Sono qui per te”. In questa canzone viene trattato il tema dell'amore, ma da una prospettiva completamente diversa: la rabbia a seguito di
una bugia. Il testo tende a sottolineare più volte che una sola bugia è perdonabile, purchè non sia follia e nasconda un'infedeltà. Ed è proprio per questo che la vera follia starebbe nel fatto di buttare al vento una storia d'amore per un banale errore dettato dalla natura umana. Infatti, tutta la canzone è incentrata sulla voglia, da parte del partner caduto in fallo, di recuperare quel rapporto d'amore unico e speciale che sembra esser stato minato a causa, appunto, di “una sola bugia” (“nelle radici che il tempo ha nutrito per noi non dubitare mai”).

“Un'altra estate”


Anche qui il tema è incentrato sull'amore, ma trattato sempre da una prospettiva diversa rispetto alla “classica storia d'amore”. Infatti qui i protagonisti sono due persone adulte che, a distanza di anni, si rivedono e tra una domanda e l'altra fanno riaffiorare i loro ricordi più belli: quelli di un'estate al mare, intrisa d'amore puro, ingenuo, adolescenziale. A un certo punto però uno dei due si accorge che c'è qualcosa che non va nell'altro (“il tuo vestito è un po' strappato, cosa c'è?”), ha uno sguardo che non ricorda, di certo, i bei momenti passati insieme negli anni dell'adolescenza e, probabilmente, colto da un momento di debolezza, o voglia di evadere dai propri problemi personali, questa volta, si lascia andare ad una passione più matura, una vera e propria passione fisica.
commenti | | Read More...

Charly Moon e Valentina Mattarozzi presentano il nuovo singolo "Se questo è un uomo" in radio dal 27 Gennaio

Penulis : Vincenzo Cannone on mercoledì 27 gennaio 2016 | 09:44

mercoledì 27 gennaio 2016


"Se Questo è Un Uomo" è un brano nato dalla collaborazione del gruppo rock romano Charly Moon insieme a Valentina Mattarozzi, interprete e cantautrice bolognese. Con la musica di Giuliano Legotta, (insieme al suo gemello Fabio i fondatori della band) e parole di Valentina, "Se Questo è Un Uomo" è una canzone dedicata a Primo Levi e a tutte le persone che hanno sofferto non solo l'olocausto ma la privazione della loro libertà.

La protagonista del brano si interroga sulle parole scritte dal premio nobel nell'omonimo libro e con parole molto semplici ma efficaci parla della condizione dell'uomo d'oggi e sul mondo che ha eretto. Dove il sangue degli innocenti scorre ancora inesorabilmente. Potrebbe sembrare ormai ineluttabile come un dato di fatto, in realtà dovremmo soffermarci e fare un esame di coscienza: perchè per ogni uomo a cui viene negata la sua esistenza, corrisponde la negazione della nostra stessa dignità, uniti da un filo invisibile quale è l'inconscio collettivo.

Il brano esce il 27 gennaio,  il Giorno della Memoria, per sottolineare l'importanza storica del “Non dimenticare”, ma tutto questo è inutile, perchè gli uomini che si sentono forti delle loro armi, continuano malgrado la lezione del passato a uccidere il prossimo e a schiavizzare intere popolazioni.


Il videoclip, girato dal fotografo e videomaker Mirko Mirabella, è la realizzazione visiva del concetto scritto nel brano "Se Questo è Un Uomo" . Qui si fa chiara la visione dell'uno-tutto: i protagonisti del video (Charly Moon e Valentina Mattarozzi), si rispecchiano nella disperazione di Primo Levi, mostrando sulle braccia il numero che gli fu assegnato e tatuato dai nazisti nel campo di concentramento ad Auschwitz.

Il bambino che appare verso la fine del videoclip ha un doppio significato. E' la forza dell'innocenza la quale cerca la libertà tastando quel muro di dolore che ha creato distanze e paure. Ed è anche il futuro, che abbiamo il dovere di proteggere e preservare per i nostri figli.
commenti | | Read More...

“Mia Signora” il nuovo singolo di Christian Palladino

Penulis : Vincenzo Cannone on martedì 19 gennaio 2016 | 08:02

martedì 19 gennaio 2016


Christian Palladino, è un cantautore italiano, con all'attivo un progetto discografico. Nel 2006 incontra David Marchetti, autore insieme a Marco Del Freo del brano “ Doppiamente Fragili “ interpretato da Anna Tatangelo. La collaborazione con l'autore Marchetti lo porta a pubblicare alcuni suoi brani con l’etichetta “Jeje Records “.
Nel gennaio 2015 firma con l'etichetta “Suono Libero Music”. Una nuova pagina, una raggiunta maturità artistica che si apre con il singolo “Mia signora” . Un viaggio nuovo intrapreso con il suo produttore Nando Misuraca. Un percorso legato dalla stessa passione per la musica.

Com' è nata la collaborazione con la Senatrice Stefania Pezzopane ?
In realta' e' stato tutto molto semplice , ho inviato personalmente un messaggio privato alla Senatrice dove spiegavo il testo del brano , il nostro progetto e chiedevo la sua disponibilita' nel partecipare al video di " Mia signora " .Sia io che la mia produzione eravamo piuttosto scettici su una eventuale risposta e invece lei ci telefono dicendo di volerci in qualche modo aiutare prendendo parte al progetto , in quanto giovane produzione del Sud e che inoltre si ritrovava a interpretare in video una storia molto vicina alla sua .E' stata ed e' una persona gentile e disponibile infatti sara' anche al concerto del 13 Febbraio nella mia citta'.

Cosa pensi possa essere oggi il mercato discografico?
Io differenzio molto la musica dal mercato discografico , la prima e' mossa da passione , sacrificio , dedizione , umanita' e sensibilita' la seconda invece , come si denota dal termine " mercato " appunto e' tutto cio' che ruota attorno al fattore economico musicale , dunque per chi come me fa musica negli scantinati , spesso su balle di fieno nelle sagre piu' strane ( quella del porco , della carcioffola , della pannocchia etc) e' difficile pensare alla musica come un business ma come divertimento e passione .
Chiaramente nel mio piccolo ho e sto conoscendo le dinamiche della discografia attuale e mi rendo conto che e' un mercato piuttosto saturo o costruito su alleanze fortificate da una coesione di poteri , proprio su questo argomento ho scritto una canzone dal titolo " Chiasso "  ma amo pensare anche che dietro ogni cosa possa esserci sempre il cosiddetto fattore x il quale puo' accompagnare l' artista in diverse e positive situazioni.

Sei un cantautore definito Pop - Melodico perchè?
Intanto cerco di scrivere cio' che realmente vivo nella quotidianita' senza fantasticare molto in quanto gia'vivere nella realta' attuale e' fonte di ispirazione , siamo costretti a reinventarci giorno per giorno ( rido )
Probabilmente questa definizione e' data da un modo di concepire canzoni , musiche con una linea melodica romantica abbinando pero' arrangiamenti piuttosto Pop in modo da riprendere il filone tradizionale della Musica Italiana ma inneggiandolo al Pop.

 Ci sono progetti imminenti ?
Si , intanto ho il concerto nella mia Benevento il 13 Febbraio al Teatro De simone dove sara' ospite anche la Sen.Stefania Pezzopane e il suo compagno Simone Coccia Colaiuta , tra l' altro ci tengo a dire che si esibira' anche una giovanissima interprete , pianista Sannita , Maria Nilo , la quale mi e' bastato sentirla cantare una volta al piano per innamorarmi letteralmente della sua arte .

Dopodiche', essendo un Militare delle Marina , ho in cantiere un brano che parlerà' della situazione degli immigrati vista con gli occhi di chi si trova a dover salvare giovani vite in balia delle onde.
commenti | | Read More...

Ritual il nuovo singolo degli Spiral69 estratto dall’ album Second Chance

Penulis : Vincenzo Cannone on lunedì 18 gennaio 2016 | 10:24

lunedì 18 gennaio 2016


A due anni di distanza dall’ ep “Alone”, ritornano gli Spiral69 con “Ritual” un singolo apripista al nuovo album “Second Chance” uscito l’8 Gennaio 2016.
“Ritual” è il la perfetta sintesi del sound raggiunto nel corso degli ultimi anni dalla band formata da Riccardo Sabetti, Enzo Russo e Andrea Freda.

Il brano dai colori scuri a metà tra il post punk, il rock e la new wave, racconta di una dipendenza tra due persone sul piano fisico, una dipendenza distruttiva come una droga subdola che ti costringe a volerne, come un rituale, ancora e sempre di più.


Il video che accompagna “Ritual” è stato scritto e diretto dallo stesso Riccardo Sabetti ispirandosi alle opere visive di Mark Romanek, e ci racconta, in modo onirico un ambiente oscuro, dove attorno ad un rito di purificazione dell’anima (ispirato ad un vero rito medievale), si muovono personaggi che rappresentano la purezza, la sensualità e la violenza. “Ritual”è disponibile in tutti digital store dal 1 Gennaio 2015, prodotto da Rehab Records, distribuito Believe Digital, edizioni Irma Records.

commenti | | Read More...

“Sono qui per te”, da questa settimana in radio il primo singolo di Giovanni Balduzzi in arte “Joba”


Dal 15 Gennaio nelle radio italiane "Sono qui per te", il primo singolo di Giovanni Balduzzi in arte Joba, canzone che da il titolo all' album d'esordio del cantante Trentino, cd che uscirà il 29 Gennaio 2015 su etichetta Music Ahead. Il brano ha dalle sfumature classiche ma di notevole modernità per la produzione e gli arrangiamenti di Giuliano Boursier che ricordano,  in alcuni punti, le sonorità ricercate dal gruppo britannico dei Coldplay, molto importante perché dedicato alla musica, o meglio a chi fruisce della musica, il pubblico.

Infatti è grazie a coloro che ascoltano le sue creazioni che l'artista può condividere le proprie emozioni e farle rivivere in ciascuna persona. Da qui la frase che chiude il brano e riassume tutto il significato del testo: “Sono qui per te, per suonare lo spartito del tuo cuore”.

Il videoclip è stato girato nella splendida St. Moritz e nel suo storico Hotel Suvretta House.

commenti | | Read More...

Iravox Feat. Viola Valentino arriva il nuovo “Senza Limite Remix”

Penulis : Vincenzo Cannone on domenica 17 gennaio 2016 | 08:57

domenica 17 gennaio 2016


Sull'onda del successo di "Senza Limite Radio Edit", esce il superbo "Senza Limite Remix", singolo anch'esso distribuito da Universal Music Group, accompagnato da un CD a quattro tracce, contenente le due versioni più le due basi karaoke con cori.
Il brano dalle sonorità trance, è un vero capolavoro di intenzione e realizzazione del producer Danilo Bajocchi, arrangiatore, nonchè produttore dell'ormai celebre "Senza Limite Radio Edit", composto da Alessandro De Simone, Danilo Bajocchi ed Iravox.

Bajocchi compie una sorprendente ricerca sui suoni e realizza un remix unico nel suo genere, all'interno del panorama musicale italiano, proponendosi al grande pubblico come arrangiatore geniale e fuori dagli schemi. La nuova veste regala a "Senza Limite" un prezioso e originale tiro che valorizza in pieno la melodia e l'intensa interpretazione delle due cantanti, lanciando il brano nel mondo delle Hit Dance. Anche la struttura della canzone viene leggermente modificata, risultando ancor più scorrevole e incisiva, data la continua ripetizione del fortissimo tema legato al verso "amami così, come se io fossi unica".
"Senza Limite Remix" è destinato al mondo delle discoteche, alle radio "pop-dance oriented" e ai network che trasmettono musica di tendenza.

Ma la sorpresa non finisce qui perchè Iravox e Viola, amiche e complici nella vita come nell'arte, emergono come un duo d'eccezione, davvero molto amalgamato, affiatato ed ammiccante anche nell'originale videoclip che accompagna questa nuova versione. "Senza Limite Remix" infatti si avvale di un video in bianco e nero con punte di rosso che evidenziano in maniera sensuale i capelli e le labbra delle due star. Il bianco ed il nero sono i due opposti che si attraggono fino a fondersi insieme nella medesima entità, la personificazione dell'amore assoluto. Le futuristiche grafiche invece sottolineano la grande profondità di questo testo sull'amore incondizionato. Ne risulta un videoclip d'alto livello creativo e tecnologico, fashion-style e molto cinematografico, ideato e realizzato dalla stessa Iravox che, ad ogni sua uscita discografica, può sfoggiare il suo grande valore di filmaker e visual-artist.
commenti | | Read More...

Leandro Barsotti e Il Migno in radio dall’ 11 Gennaio con il brano “L’ 11 e il 16″

Penulis : Vincenzo Cannone on sabato 16 gennaio 2016 | 11:58

sabato 16 gennaio 2016


Due uomini e una donna, due appuntamenti e un'arma letale , due artisti e una canzone "l'11 e il 16" di Leandro Barsotti e il Migno è un singolo cinematografico da ascoltare, da vedere e da vivere. Il brano è cofirmato anche da Giovanni Germanelli con la produzione artistica e arrangiamenti a cura di Alex Marton , mix e mastering presso il Firstline Studio.

Leandro Barsotti cantautore e giornalista padovano ha pubblicato 8 album dagli anni '90. Nel 1994 raggiunge il successo in radio con il brano "Mi piace". Si classifica al secondo posto a "Sanremo Giovani" nel 1995 con la canzone "Ci siamo anche noi". Partecipa a Sanremo nel 1996 e nel 1997 ed il suo ultimo lavoro discografico risale al 2013 con l'album "Non avevo più niente".

Francesco Mignona  cantautore piombinese classe 1977 , attuale autore e producer di Viola Valentino.Ha scritto brani con Paolo Limiti e Vladi Tosetto ; arrangiatore , musicista ed autore per Scialpi, Valeria Rossi ,Leandro Barsotti , Lidia Pastorello (Amici 2011), Paolo Macagnino (Amici 2013).

commenti | | Read More...

Jay Santos , Ya Te Olvidè : il nuovo singolo in radio dall' 8 gennaio

Penulis : Vincenzo Cannone on venerdì 8 gennaio 2016 | 07:34

venerdì 8 gennaio 2016


Dopo il successo ottenuto con Dale Morena, il 17 gennaio 2016 torna in Italia per presentarci il nuovo singolo in occasione del Roma Dance AllStar 2016

Jay Santos pubblica “Ya Te Olvidè”, il nuovo singolo in rotazione radiofonica da venerdì 8 gennaio 2016, e disponibile in tutti gli stores digitali su etichetta EnviMusic.

Ya Te Olvidè” è il primo singolo del 2016 e il quarto singolo dopo il primo successo di “Noche De Estrellas”, “Caliente” hit mondiale che conta oltre 60 milioni di visualizzazioni, “Dale Morena” ultimo singolo del 2015 posizionatosi come canzone preferita della Zumba in ogni parte del mondo fino la Cina o il Giappone.

Ya Te Olvidè” è il primo brano reggaetòn, “una canzone dedicata a tutto quelle persone che sono state lasciate, ma che vedono una rinascita, una nuova vita, un'energia positiva. Racconta una storia in cui molte persone si possono identificare, un'amore finito male, persone che segnano il percorso di vita umana e che per sempre, anche se non ci sono più, lasciano un segno indelebile”- racconta Jay Santos.

La musica di Jay Santos è un mix di molte influenze musicali, dalla musica italiana degli anni 90 fino ai classici latini, passando attraverso le influenze elettroniche di Tiesto e Joànmichael Garraud; non dimenticando i tre artisti preferiti che hanno particolarmente influenzato le note di Jay Santos: Bob Marley, Freddy Mercury, Eminem.

Questo è il risultato della vita dell'artista, in tour costante in tutto il mondo che lo porta a conoscere ed apprezzare numerose culture, persone e paesi che lo ospitano.



commenti | | Read More...

Alessio Di Palma , Sei Il Mio Pensiero : parte il nuovo tour promozionale

Penulis : Vincenzo Cannone on mercoledì 6 gennaio 2016 | 08:55

mercoledì 6 gennaio 2016


Dopo l'uscita in tutti gli store digitali del singolo "Sei Il Mio Pensiero" ecco che parte il tour promozionale di Alessio Di Palma, una serie di Showcase che lo vedranno impegnato in tutta Italia a partire da Gennaio, il 10 a Roma, il 16 a Perugia, il 24 ad Aversa ed il  30 a Milano , tutte le news saranno disponibili sulla pagina ufficiale di Alessio di Palma


Alessio Di Palma nasce in provincia di Roma, il 21 Dicembre 1980, dopo il suo album d' esordio Inevitabile  distribuito a livello nazionale dalla Self Distribuzione , con il secondo ed omonimo singolo estratto dallo stesso disco raggiunge dopo 5 settimane il 100 posto della classifica dei singoli più scaricati su I-Tunes arrivando a farsi sentire anche all’ estero in Belgio, Australia, Polonia e Spagna.
commenti | | Read More...

Il 9 gennaio Electronicgirls celebra il Sesto Anniversario. La netlabel presenta presso S.a.L.E. Docks (Venezia) l'album collettivo "Pleiadi"

Penulis : Alessandra Trevisan on lunedì 4 gennaio 2016 | 06:19

lunedì 4 gennaio 2016


Electronicgirls celebra il sesto anniversario delle sue attività con una nuova uscita discografica e un concerto per orchestra elettronica

Il 9 gennaio 2016 la netlabel electronicgirls celebra il 6° anno di attività presentando la pubblicazione on-line di "Pleiadi", album collettivo frutto di una callscaricabile gratuitamente dal sito dell'etichetta.

I partecipanti alla call hanno eseguito le istruzioni sonore descritte nella partitura "Pleiadum Constellatio" realizzando dei brani autonomi udibili anche sotto forma di un'unica - omonima - traccia collettiva. 
Il 9 gennaio la partitura sarà eseguita in live da un'orchestra elettronica affiancata dall'interpretazione in danza di Marianna Andrigo. A seguire il live set elettronico della compositrice parmigiana Patrizia Mattioli e il dj set di LECRI.

"Pleiadum Constellatio" rientra nella più ampia Silver River; dedicata alla Via Lattea, è una composizione in tre movimenti che descrive il viaggio di un oggetto celeste dallo spazio siderale all'atmosfera terrestre. Il primo movimento "Sidereal Cuts", è destinato a due esecutori; il secondo, "Escape Velocity", è stato pensato per pianoforte e voce soprano e sarà eseguito nella sua versione ridotta. Questo brano deve la sua forma alla trasposizione in note di una mappa degli impatti annuali degli oggetti celesti nell'atmosfera terrestre redatta dalla NASA. Il terzo movimento, "Pleiadum Constellatio", è un brano organico, frutto dell'intuizione umana limitata da pochi parametri segnalati; è condizionato dall'intima percezione dei suoni, dei Momenti, della densità e del silenzio ed è il risultato di un esperimento casuale che, per sua stessa natura non può essere previsto a priori. 
Le istruzioni assegnate trovano radici nel pensiero di Galileo, nell'opera di Cage e nei principi della Musica Intuitiva di Stockhausen.

Fanno parte dell'orchestra elettronica: Alberto Favretto (oggetti percussivi); Aldo Aliprandi (voce processata, monocordo, piatti); Alessandra Trevisan (voce processata), B.E.A. (live electronics); Belinda Frank (voce), Bertrand Rossa (piano emulato, live electronics); Chironomia (live electronics, theremin); Johann Merrich (live electronics); LECRI (live electronics); Marianna Andrigo (corpo); Nicolò de Giosa (live electronics); Patrizia Mattioli (live electronics). 
Partiture e istruzioni a cura di Johann Merrich.

Evento: 
Electronicgirls, Sesto Anniversario
9 Gennaio 2016
S.a.L.E. Docks, Magazzini del Sale
Dorsoduro 265, Venezia
Dalle ore 21. Ingresso libero

Patrizia Mattioli è diplomata in clarinetto al Conservatorio A. Boito di Parma, ha perfezionato gli studi con il master di composizione a Londra. Ha vinto il concorso internazionale di elettroacustica all'IRCAM di Parigi. Si è spesso confrontata con diverse discipline artistiche, teatro, danza, arti visive, poesia, performance, sound projects. Le sue partiture sono state presentate in vari prestigiosi festival, tra cui Biennale di Venezia Danza/Musica, Natura Dèi Teatri, Sguardi Sonori Festival of Media, Time Based Art, Festival di Santarcangelo e altri.

Electronicgirls è un'etichetta discografica indipendente dedicata alla sperimentazione elettronica con distribuzione web. Attenta ai problemi inerenti al diritto d'autore e consapevole dei nuovi canali di diffusione della cultura, ha scelto di rifiutare la tutela della Società Italiana degli Autori ed Editori e di licenziare le sue produzioni con Creative Commons: una posizione al limite tra provocazione e utopia che si pone in atteggiamento critico nei confronti dell'immobilismo del mercato discografico. Electronicgirls distribuisce gratuitamente al pubblico le sue opere realizzate in formato digitale. L'etichetta nasce a Venezia nel 2010 grazie all'incontro tra alcune compositrici di musica elettronica ed elettroacustica. L'attività prende avvio sotto forma di collettivo dedicato alla trasmissione della storia della musica elettronica al femminile, delle nuove proposte sonore e del concetto di una cultura tecnologica paritaria. www.electronicgirls.org

Questa serata è possibile grazie a una raccolta fondi (Indovina chi viene a cena? Laboratorio Occupato Morion, 13 dicembre 2015) e ai proventi di una serata live a cura di Bertrand Rossa, Johann Merrich, Umlaut e LECRI (Laboratorio Occupato Morion, 23 ottobre 2015). 

Le iniziative di electronicgirls sono sostenute dall'Associazione Culturale Live Arts Cultures www.liveartscultures.org

Evento in collaborazione con S.a.L.E. - Signs and Lyrics Emporium Venezia www.saledocks.org

Per informazioni e prenotazioni: electronicgirls.fest@gmail.com

commenti | | Read More...

Diffusione

I comunicati pubblicati su comunicati stampa musica vengono ripostati sulla nostra pagina facebook e su altri siti/blog del nostro network in costante crescita.

Il nostro network:
Millennium News
Refeed Italia
Music 24/7


Pubblicità

Video Gratis
Il tuo sito!


Il tuo link testuale
(pubblicizza su Comunicati Stampa Musica)

Trova CSMusica su

Directory Qui Blog Italiani Directory Gratuita Sullarete.it La directory italiana. Directory Gratuita la directory giovane
è alla moda !
Richiedi l'accredito e comincia a pubblicare i tuoi comunicati stampa. Comunicati Stampa Musica

ALTRO DA VISITARE

Video Gratis
Black Metal Label
Aprire una pizzeria ad Amsterdam
Conversano - Borgo In Puglia
(C) (P) 2013 Comunicati Stampa Musica. Powered by Blogger.
 
Design Template by panjz-online | Support by creating website | Powered by Blogger